DETRAZIONI FISCALI
detrazioni fiscali

Come funziona una caldaia a condensazione: spiegato semplice

Home » Come funziona una caldaia a condensazione: spiegato semplice
Indice contenuti

Sei mai stato davanti a una caldaia a condensazione e ti sei chiesto: “Ma come diavolo fa a funzionare questo aggeggio?” Beh, se vuoi fugare questo dubbio sei nel posto giusto!

Le caldaie a condensazione sono un gioiellino della tecnologia dell’ultimo decennio (forse qualcosina in più) e per quanto le notizie degli ultimi tempi vogliono improntare il consumatore ad una scelta ancora più ecosostenibile eliminando completamente il gas, questi dispositivi saranno nelle nostre case ancora per parecchio tempo.

Se la tua vecchia caldaia ti ha dato più grattacapi che gioie, forse è ora di pensare di cambiarla. Che tu stia pensando di sostituire il tuo vecchio sistema o stia cercando la soluzione perfetta per la tua nuova dimora, la caldaia a condensazione potrebbe essere proprio la risposta che cercavi.

Ora, so cosa stai pensando: “Va bene, ma come funziona una caldaia a condensazione?” Ecco, qui iniziano i grattacapi per noi! Perché per spiegartelo abbiamo pensato di scrivere una mega guida riunendo qui in ufficio sia i nostri tecnici che il nostro reparto amministrativo per una guida a 360 gradi sul funzionamento delle caldaie a condensazione.

Cercheremo di spiegartelo nella maniera più semplice possibile rendendolo meno complicato di come sembra!

Come funziona una caldaia a condensazione: comfort domestico e -30% in bolletta

La bellezza della caldaia a condensazione non è solo nella sua estetica. È come quel vecchio amico affidabile che non ti delude mai.

Non solo ti garantisce un calore confortevole, ma fa anche un favore al nostro pianeta. Sai, c’è un detto che dice “non si può avere tutto nella vita”, ma con questa caldaia, forse puoi! Immagina di tagliare il tuo consumo energetico fino al 30% solo grazie all’installazione di una caldaia a condensazione.

Non è fantastico?

E non finisce qui! Oltre al fatto che ti aiuta a risparmiare una bella cifra (e chi non vuole risparmiare?), l’installazione non ti manderà sul lastrico. E, come bonus, ti garantirà un comfort che ti farà dimenticare quei momenti in cui pregavi per avere acqua calda durante una doccia gelida.

Quindi, se stai cercando un sistema di riscaldamento che sia al contempo efficiente, conveniente e rispettoso dell’ambiente, potresti aver trovato il tuo match perfetto nella caldaia a condensazione.

E, chi lo sa, potrebbe anche essere un piccolo passo verso un futuro più sostenibile!

Nozioni di base da sapere su come funzionano le caldaie a condensazione

  1. Risparmio: Le nuove caldaie a condensazione sono uno dei dispositivi di punta riguardo l’efficienza energetica. Usano il gas in modo così astuto che ti fanno risparmiare fino al 30% rispetto alle vecchie caldaie. Altro vantaggio tangibile è l’installazione, molto più semplice dei vecchi modelli che consente un risparmio anche in questo senso.
  2. Adattabile in ogni situazione: Il bello del riscaldamento a gas è che si adatta a tutto. Hai una rete gas già pronta? Perfetto! Vuoi abbinarla a un riscaldamento a pavimento o ai vecchi termosifoni di nonna? Nessun problema! È come avere un coltello svizzero del riscaldamento.
  3. Un occhio ecosostenibile al pianeta: La caldaia a condensazione non è solo un pezzo di tecnologia, ma è anche un’amica dell’ambiente. Con il tempo, è diventata sempre più green, e ora ha il bilancio di CO₂ migliore tra tutti i combustibili fossili. E con l’aggiunta di chicche come l’idrogeno, il futuro sembra ancora più luminoso e sostenibile.
  4. Guardando al futuro: Optare per una caldaia a condensazione non è solo una scelta del momento. È un investimento nel domani. Non solo ti offre un riscaldamento di qualità ora, ma è anche pronta ad abbracciare le energie rinnovabili quando deciderai di fare il grande salto.

In poche parole, se stai cercando un sistema di riscaldamento che sia efficiente, versatile e pronto per il futuro, la caldaia a condensazione potrebbe essere la tua prossima grande avventura. E chi sa? Potresti anche innamorartene!

Come funziona una caldaia a condensazione

Come funziona una caldaia a condensazione: spiegazione super semplice con esempio del “cuoco”

Allora, iniziamo dalle basi. Una caldaia a condensazione funziona un po’ come le sue cugine tradizionali: scalda l’acqua usando il calore prodotto dalla combustione. Fin qui, tutto normale, vero?

Ma ecco dove le cose diventano interessanti. Sai, le caldaie tradizionali sono un po’ come cuochi distratti: lasciano andare via un sacco di calore prezioso, proprio come se stessero cucinando con una pentola senza coperchio. Immagina quanto tempo ci vorrebbe per cucinare la pasta in quel modo!

Ecco dove entra in gioco la caldaia a condensazione. Funziona come se avesse un coperchio invisibile che trattiene tutto quel calore prezioso. Invece di lasciarlo sfuggire, sfrutta ogni briciola di energia, anche quella dei gas che normalmente andrebbero sprecati.

Questi gas, invece di evaporare nell’aria, passano attraverso uno scambiatore primario. Qui, cedono il loro calore, si raffreddano e si trasformano in condensa. Questa condensa viene poi evacuata, mentre il calore viene utilizzato per scaldare l’acqua. E il risultato? Acqua calda a costi ridotti e un bel risparmio sulla bolletta!

In poche parole, la caldaia a condensazione è un dispositivo pensato al risparmio energetico. Non solo ti offre un riscaldamento efficiente, ma sfrutta le sue funzionalità e le sue risorse interne per assicurarsi che ogni goccia di energia venga utilizzata al meglio.

Rassegna dei vantaggi di una caldaia a condensazione

  1. Alti valori energetici: Con un’efficienza energetica che sfiora il 98%, queste caldaie sono come gli atleti olimpionici del riscaldamento. Sì, sono praticamente le Usain Bolt delle caldaie!
  2. Amiche dell’ambiente: Grazie alla loro tecnologia a condensazione, emettono pochissime sostanze inquinanti. Quindi, mentre ti godi il calduccio, puoi anche sentirti bene sapendo che stai facendo la tua parte per il pianeta.
  3. Risparmio -30% annui: Immagina di ridurre i tuoi consumi di gas del 30% rispetto a una caldaia tradizionale. E non solo, l’investimento iniziale non ti farà nemmeno spendere troppo e quindi risulterà ammortizzabile nel giro di un paio di anni al massimo!
  4. Pronta per il futuro: Queste caldaie sono come i camaleonti, si adattano a tutto! Che tu voglia abbinarle a collettori solari, pompe di calore o bollitori, sono pronte a collaborare.

La scelta da compiere per il riscaldamento

Le caldaie a condensazione ormai sono prodotte e commercializzate in una vasta gamma di dispositivi e ogni marchio elabora delle ricerche interne per abbinare la propria tecnologia riguardo componenti interne che possono amplificare le funzionalità della condensazione.

Che tu preferisca i modelli murali o quelli a basamento, sappi che c’è la soluzione giusta per te. E se stai pensando di sostituire la tua vecchia caldaia, ti consigliamo di rimanere fedele al tipo che hai ora. Il tuo installatore potrà riutilizzare i vecchi tubi, risparmiando tempo e denaro.

Tuttavia non è sempre detto che questa sia la scelta migliore. Infatti anche ai nostri tecnici della Sirotec è capitato di dover sostituire caldaie a basamento con caldaie murali perché hanno dovuto considerare e valutare insieme al cliente fattori che ne hanno decretato una migliore resa.

In poche parole, se stai cercando un sistema di riscaldamento efficiente, ecologico e flessibile, la caldaia a condensazione potrebbe essere la risposta ai tuoi desideri. E chi sa? Potresti anche innamorartene!

Caldaie murali vs. Caldaie a basamento: quale fa per te?

Se, attraverso questo articolo su come funziona una caldaia a condensazione, stai cercando di capire quale tipo di caldaia fa al caso tuo, ecco una panoramica su cosa puoi aspettarti da ciascuna di esse:

Caldaia murale

  • Comfort al top: Che tu voglia riscaldare la tua casa o avere acqua calda pronta all’istante, queste caldaie non ti deluderanno.
  • Design e stile: Sai, non sono solo funzionali. Il loro design elegante si fonde perfettamente con gli interni moderni. Quindi, non solo avrai una casa calda, ma anche bella da vedere e che sta bene con gli arredi!
  • Salva-spazio: Se lo spazio è una preoccupazione, respira tranquillo. Con le versioni da esterno e ad incasso, potrai massimizzare ogni centimetro della tua casa.

Caldaia a basamento

  • Comfort senza compromessi: Come le loro cugine murali, offrono un riscaldamento impeccabile e una produzione di acqua calda sanitaria al top.
  • Tutto in uno: Per le versioni combinate, non hai bisogno di componenti aggiuntivi. Semplice, vero?
  • Adatte ai grandi appartamenti: Se hai una casa spaziosa o hai bisogno di un sacco d’acqua calda in poco tempo (fino a 386 litri in 10 minuti), queste caldaie sono pronte a rispondere alla chiamata.

In sintesi, sia che tu stia cercando una soluzione elegante e salvaspazio, sia che tu abbia bisogno di una potenza da gigante per una casa grande, c’è una soluzione. Ovviamente prendi questa scelta anche con la consulenza di un operaio specializzato e professionale.

Dal punto di vista amministrativo: come deve essere fatturata una caldaia a condensazione

Per capire come funziona una caldaia a condensazione, stiamo provando a darti tutte le nozioni in nostro possesso e anche il cambio caldaia dal punto amministrativo è assolutamente importante.

Il cambio di una caldaia, a livello fiscale, rientra nell’ambito delle manutenzioni (sia essa ordinaria o straordinaria).

Quando hai bisogno di fare questo genere di manutenzioni, puoi beneficiare di un’IVA ridotta al 10% su certi beni definiti “significativi“.

La caldaia è un bene significativo. Vedi il DM del Ministero delle Finanze del 29 dicembre 1999 dove c’è la lista di tutti i beni di valore significativo.

Attenzione però! Questa agevolazione si applica solo se il costo di questi beni non supera la metà del costo totale del lavoro. In parole più semplici l’agevolazione vale solo se il costo della caldaia non supera il costo della manodopera per installarla.

Se invece il suo valore è maggiore della metà, l’IVA al 10% si applica solo su una parte specifica del costo (che include manodopera, materiali e altri beni non rilevanti). Tutto ciò che supera questa parte specifica sarà soggetto all’IVA standard del 22%. Questo è il principio fondamentale da tenere a mente.

Facciamo un esempio per capirci meglio:

La caldaia costa 900€+IVA e la manodopera per l’installazione ti costa ad esempio 400€+IVA.

Il totale sarebbe di 1300€+IVA ma la caldaia ha un costo maggiore della manodopera.

Quindi in questo caso si applica l’IVA al 10% sulla manodopera e per una parte della caldaia pari allo stesso importo della manodopera (in gergo si dice a concorrenza della manodopera).

Esempio di fattura per installazione caldaia a condensazione

Quindi la fattura dovrà essere emessa in questo modo:

Sirotec Srl
Via Degli Olivi 35
00171 Roma
P.IVA: 14832881008
sito web: sirotec.it
Intestazione Cliente:
Nome e Cognome del cliente
Indirizzo del cliente
CF del cliente
Altri dati cliente
Fattura N. 0001/2023Voce imponibileVoce IVA
CALDAIA (1 di 2: voce per quota aliquota al 22%)
Sostituzione Caldaia a Condensazione (inserire marchio, modello e potenza)
500€110€ (Aliquota al 22%)
CALDAIA (2 di 2: voce per quota aliquota al 10%)
Sostituzione Caldaia a Condensazione (inserire marchio, modello e potenza)
40040€ (Aliquota al 10%)
MANODOPERA CALDAIA
Fornitura e posa in opera:
• smantellamento vecchio impianto
• Installazione caldaia
• Intubamento canna fumaria o scarico a parete
• Dichiarazione di conformità
• Rilascio Bollino Blu
• Prima accensione
• Libretto d’impianto
• Garanzia 2 anni
40040€ (Aliquota al 10%)
Imponibile: 1300€IVA: 190€
TOTALE: 1490€

È tutto più chiaro ora? Siccome la caldaia costa di più della manodopera, una parte della caldaia viene fatturato con l’agevolazione al 10% per lo stesso importo della manodopera. La restante parte invece viene fatturata regolarmente al 22%.

Casi di esenzione

Nel caso in cui ci fosse una persona fisica con delle esenzioni particolari (ad esempio chi è in possesso di un certificato di invalidità) l’IVA allo 0% si applica in egual modo sia alla manodopera che alla voce a concorrenza della manodopera (la seconda voce riguardo la caldaia).

Scegliere la giusta caldaia: tutto dipende dalle tue esigenze!

Ora che abbiamo passato in rassegna come funziona una caldaia a condensazione e alcuni modelli tra cui scegliere e sai dal punto di vista amministrativo e fiscale cosa ti aspetta, è arrivato il momento di capire qual è la scelta che potrebbe fare di più al caso tuo.

Partiamo ancora una volta dall’inizio: prima di tutto, cosa cerchi?

Prima di decidere, chiediti: “Qual è il mio obiettivo principale? Riscaldamento, acqua calda, o entrambi?”. E, ovviamente, quanto spazio hai a disposizione? Queste domande ti aiuteranno a orientarti nella giungla delle opzioni disponibili.

Caldaia solo riscaldamento

  • Per i grandi bisogni: Se hai bisogno di un sacco d’acqua calda per alimentare i termosifoni, e magari anche contemporaneamente in diverse stanze, questa potrebbe essere la tua soluzione.
  • Versatilità al top: Puoi abbinarla a una vasta gamma di bollitori, e se sei un amante del Green, anche con integrazione solare.
  • Murale o a basamento? A seconda dello spazio che hai, puoi scegliere la versione che preferisci. E se vuoi il massimo, opta per quella con serbatoio integrato. Vedi il paragrafo precedente per un ripasso su questi modelli.

Caldaia combinata

  • Il meglio di entrambi i mondi: Questa caldaia è come un coltello svizzero: ti offre sia riscaldamento che acqua calda sanitaria.
  • Acqua calda a portata di mano: Che tu la voglia istantanea o stoccata nel serbatoio interno, lei è pronta a servirtela.
  • Compatta e pratica: Non hai bisogno di componenti aggiuntivi, tutto ciò di cui hai bisogno è già lì, in un unico, elegante pacchetto.

Insomma c’è parecchio da studiare anche per te e una cosa è certa: c’è una caldaia perfetta che aspetta solo di rendere la tua casa ancora più accogliente. In questo articolo hai capito come funziona una caldaia a condensazione e abbiamo provato a spiegartelo con termini molto semplici e non tecnici.

Ora dopo questa scelta dovrai fare un’altra scelta: quale marchio di caldaia a condensazione scegliere e quale modello?

Per quest’ultimo punto ti rimandiamo all’elenco dei marchi che trattiamo noi in modo tale che potrai valutare quali sono i migliori modelli e potrai decidere anche se chiedere la caldaia a rate.

Novità importanti sulle caldaie a Gas

Nel frattempo che cerchi di capire come funziona una caldaia a condensazione, ci sono alcune evoluzioni nel settore da parte dei governi europei:

L’Europa infatti sta vietando la vendita delle caldaie a gas a partire dal 2029.

Una prima norma aveva già posto il divieto di motori termici alimentati a benzina e diesel per le auto a partire dal 2035, virando su una scelta più ecosostenibile e cioè le auto elettriche.

Ora sta entrare in vigore il divieto di vendita delle caldaie autonome alimentate a gas dal 2029. U

Se vuoi approfondire di più ecco a te la normativa discussa nel parlamento europeo: https://eur-lex.europa.eu/eli/reg/2016/2282/oj/ita